Lavie.bio

🚚 Consegna gratuita ai punti di collegamento per acquisti di importo pari o superiore a 50 euro nella Francia continentale 💦

icone cv telefono (+33) 4 42 92 79 84 Orari di apertura
9.00-13.00
14.00 - 17.00

Come posso decalcificare un bollitore e prolungarne la durata?

Indice dei contenuti
decalcificazione di un bollitore con aceto bianco

Il calcare è un deposito solido formato dai sali minerali presenti nell'acqua dura. Questo deposito può accumularsi sulle pareti interne dei bollitori, compromettendo la qualità delle bevande calde e riducendo la durata dell'apparecchio (oltre a conferire rapidamente al bollitore un aspetto antiquato, poiché l'elemento riscaldante diventa bianco). È quindi importante prendersi cura del bollitore per prevenire la formazione di calcare e garantire una maggiore durata dell'apparecchio, oltre a offrire una tazza di tè o caffè dal gusto eccellente.

In questo articolo vi daremo consigli sulle precauzioni da prendere per evitare depositi di calcare nel bollitore, suggerimenti su come decalcificare un bollitore elettrico in modo naturale e su come affrontare il calcare ostinato!

Calcare o tartaro?

Prima di affrontare il nemico, andiamo a fondo! Le incrostazioni e il calcare sono spesso usati in modo intercambiabile, ma presentano sottili differenze.

Prima di tutto, è il momento di sfatare un luogo comune: l'acqua del rubinetto contiene sempre calcare - ioni di calcio e magnesio - minerali essenziali per la salute umana, quindi no, il calcare non fa male!

L'acqua calcarea è un'acqua con un'alta concentrazione di calcio e magnesio. Le concentrazioni elevate sono definite "acqua dura". acqua dura (La durezza dell'acqua viene misurata).

Il calcare, invece, è un deposito solido che si forma quando i minerali dell'acqua si cristallizzano. Il calcare è quindi un sottoprodotto del calcare. Pur non comportando rischi per la salute, il calcare può danneggiare un bollitore o un altro elettrodomestico accumulandosi all'interno. Il calcare può essere difficile da rimuovere e può causare problemi di funzionamento se non viene trattato.

In breve, il calcare è una fonte di calcare e il calcare è il risultato della presenza di calcare. Quindi non è il calcare che deve essere rimosso da un bollitore elettrico, ma il calcare!

Buono a sapersi!

Dal punto di vista chimico, il tartaro del bollitore è leggermente diverso da quello che si forma sui nostri denti.

Il tartaro sui denti è un deposito minerale, composto da minerali come il calcio e il fosfato, che si forma dalla placca dentale e dai minerali presenti nella saliva.

Il calcare nel bollitore è un deposito minerale causato da acqua dura contenente minerali come calcio e magnesio.

Bollitore per la decalcificazione - Purificazione dell'acqua prima della decalcificazione

Perché decalcificare il bollitore?

In fondo, sì, è una domanda valida! Ci sono diversi motivi per cui si dovrebbe pulire regolarmente l'elettrodomestico, ed ecco i principali

Ecco i principali motivi per cui è necessario decalcificare un bollitore:

  • Prolungare la vita del bollitore: la decalcificazione può contribuire a prolungare la vita del bollitore rimuovendo il calcare, che può danneggiare gli elementi riscaldanti.
  • Migliori prestazioni: il calcare può ostacolare la circolazione dell'acqua e il trasferimento di calore, rendendo più difficile per il bollitore raggiungere la temperatura desiderata. La decalcificazione può contribuire a migliorare le prestazioni del bollitore eliminando il calcare.
  • Risparmio energetico: questo punto è direttamente collegato al precedente. Il calcare può aumentare il consumo di energia del bollitore rendendo più difficile il raggiungimento della temperatura desiderata. La decalcificazione può contribuire a ridurre il consumo di energia mantenendo le prestazioni ottimali.
  • Qualità e gusto delle bevande: Il calcare può influire sulla qualità e sul gusto delle bevande calde. Decalcificando regolarmente il bollitore, è possibile migliorare la qualità e il gusto delle bevande.

Ecco, ora che siete convinti dell'azienda (se non lo eravate già!) possiamo procedere. 

Come posso prevenire la formazione di calcare nel mio bollitore?

Pulizia del bollitore - depuratore d'acqua

Prima di pensare a come decalcificare un bollitore, si può imparare a prevenire il più possibile la formazione di calcare nel bollitore.

La prima soluzione è quella di utilizzare acqua purificata.

Filtrare l'acqua del rubinetto può rimuovere impurità come metalli pesanti, pesticidi, batteri e virus, migliorando la qualità dell'acqua del rubinetto. L'acqua filtrata può anche evitare l'accumulo di minerali e depositi negli elettrodomestici come bollitori, macchine per il caffè e lavastoviglie.

Tuttavia, i filtri tradizionali, come quelli utilizzati nelle cartucce delle caraffe filtranti Brita, presentano una serie di inconvenienti e sono solo relativamente efficaci (vedi il nostro articolo : Caraffe filtranti: una buona idea?)

Una soluzione alternativa esiste con i depuratori d'acqua LaVie, il cui processo di depurazione non prevede l'uso di filtri costosi e difficili da riciclare. Vi rimandiamo a questa pagina del sito dove spieghiamo in dettaglio il loro funzionamento: https://lavie.bio/notre-technologie/)

Se vivete in una regione con un alto livello di calcare nell'acqua, potreste considerare di investire in un addolcitore d'acqua per la vostra casa. Ma anche in questo caso c'è molta disinformazione in giro sull'utilità e i benefici di questo apparecchio. Vi rimandiamo al nostro articolo Perché installare un addolcitore d'acqua?

Infine, è importante non far bollire più volte la stessa acqua nel bollitore, perché ciò può accelerare la formazione di depositi di calcare. È inoltre importante non lasciare acqua residua nel bollitore quando non lo si usa e svuotarlo completamente dopo ogni utilizzo. Seguendo questi semplici consigli, potrete evitare di dover decalcificare frequentemente il vostro bollitore e mantenerlo in perfetta efficienza.

Come si decalcifica un bollitore in modo naturale?

Ma anche se avete preso le giuste precauzioni, il vostro bollitore potrebbe comunque incrostare. Quindi, prima di correre a comprare il primo prodotto chimico costoso che capita, cominciamo con i buoni vecchi rimedi della nonna, che hanno dimostrato la loro validità molte volte.

Aceto

L'aceto bianco è un prodotto naturale che può aiutare a rimuovere i depositi di calcare dal bollitore. È sufficiente riempire il bollitore con metà acqua e metà aceto bianco. Lasciare riposare per circa 30 minuti, quindi svuotare il bollitore e risciacquare accuratamente con acqua pulita.

L'aceto bianco viene utilizzato più spesso per decalcificare un bollitore, ma è possibile utilizzare anche l'aceto di alcool per il vostro apparecchio. È importante scegliere un aceto di grado alimentare per evitare rischi per la salute.

bollitore per calcare

Bicarbonato di sodio

Anche il bicarbonato di sodio è un prodotto naturale che può aiutare a pulire il bollitore.

  • Mescolare un cucchiaino di bicarbonato con circa due tazze d'acqua.
  • Versare la miscela nel bollitore prima di farlo bollire più volte.
  • Una volta che il composto ha bollito per circa 15 minuti, lasciarlo raffreddare per altri 15 minuti.
  • Sciacquare il bollitore in acqua fredda e pulire l'interno con un panno o una spugna asciutti per rimuovere eventuali residui di calcare.

Nota: fare attenzione a non utilizzare l'acido citrico su un bollitore in acciaio inossidabile, poiché potrebbe danneggiarne la superficie. È inoltre importante non inalare i vapori dell'acido citrico e ventilare bene la stanza quando si utilizza questa soluzione decalcificante.

Succo di limone

I limoni sono una fonte naturale di acido citrico, molto utile nella lotta contro il tartaro. Per utilizzarlo, tagliatelo a metà e spremete il succo nel bollitore. Seguite poi gli stessi passaggi del metodo dell'acido citrico descritto più avanti in questo articolo.

decalcificazione di un bollitore con succo di limone

E il tartaro ostinato?

Le grandi parole richiedono grandi rimedi! Se il calcare nel vostro bollitore è particolarmente ostinato, preparate una miscela intelligente di aceto e bicarbonato! L'aceto reagirà con il bicarbonato e la soluzione frizzante dovrebbe eliminare rapidamente ogni traccia di calcare dal bollitore.

È sufficiente mescolare una parte di aceto bianco e una parte di bicarbonato per formare una soluzione. Riempire il bollitore con questa miscela e lasciarlo riposare per alcune ore. Risciacquare con acqua pulita e passare un panno pulito per rimuovere i residui di calcare.

YouTube video

Altre soluzioni

Dissalatori in negozio

I prodotti decalcificanti venduti nei negozi per i consumatori includono generalmente soluzioni acide come l'acido citrico o l'acido fosforico, nonché soluzioni a base di acqua e sale o pastiglie decalcificanti appositamente studiate per gli elettrodomestici come caffettiere, bollitori, lavastoviglie, ecc. Esistono anche spray e gel decalcificanti per un uso più pratico.
L'uso di acido citrico in polvere è un modo economico e semplice per decalcificare un bollitore.

  • Per iniziare, riempire il bollitore per metà di acqua e portarlo a ebollizione.
  • Quando l'acqua bolle, aggiungere da 1 a 2 cucchiai di acido citrico in polvere.
  • Lasciare riposare il composto per 15-20 minuti, quindi eliminarlo.
    Per rimuovere le macchie di calcare più ostinate, utilizzare una spugna o una spazzola.
  • Sciacquare accuratamente il bollitore con acqua fredda per rimuovere eventuali residui di acido citrico.

Potete trovare l'acido citrico in polvere online su siti come Amazon e nei negozi di bricolage e giardinaggio come Leroy Merlin e Castorama.

Nota: fare attenzione a non utilizzare l'acido citrico su un bollitore in acciaio inossidabile, poiché potrebbe danneggiarne la superficie. È inoltre importante non inalare i vapori dell'acido citrico e ventilare bene la stanza quando si utilizza questa soluzione decalcificante.

La Coca Cola!

Un ultimo consiglio per il viaggio che potrebbe sorprendervi? Potete usare la Coca-Cola per la manutenzione del vostro bollitore!
Grazie alla sua acidità fosforica (pH 2,8), questa bevanda gassata ha un'efficacia simile a quella del succo di limone o dell'aceto bianco.

  • Riempire il bollitore con la cola (non necessariamente della marca famosa!) e portare a ebollizione.
  • Lasciare raffreddare il bollitore per circa 45 minuti prima di scolare il liquido.
  • Lavare e sciacquare accuratamente il bollitore per rimuovere ogni traccia.
  • Infine, far bollire l'acqua pulita e gettarla.

Avrete notato che non abbiamo indicato questo metodo come "naturale". 😂

La decalcificazione regolare del bollitore è un passo importante per mantenerne le prestazioni e prolungarne la durata. Si può fare semplicemente utilizzando aceto bianco e bicarbonato, due ingredienti facili da reperire. È importante eseguirla regolarmente, a seconda dell'uso che si fa del bollitore e della durezza dell'acqua nella propria zona.

Prendendovi cura del vostro bollitore, potrete goderne per molti anni! Inoltre, utilizzando acqua pulita e priva di calcare, è possibile migliorare la qualità e il gusto del tè o del caffè. In definitiva, la decalcificazione è un processo semplice e poco costoso che può fare una grande differenza per le prestazioni e la durata del bollitore.

Leggi anche: Durezza dell'acqua: cos'è l'acqua dura e come si misura a casa?

Pascal Nuti, CEO del depuratore d'acqua LaVie

Articolo scritto il 15/02/2023 da Pascal Nuti - CIO Solable - Appassionata di energia, sono costantemente alla ricerca di nuovi obiettivi di miglioramento, esplorando percorsi interdisciplinari con metodi innovativi.

Volete rimanere aggiornati sui nostri articoli relativi all'acqua?

Iscriviti alla nostra newsletter qui sotto
e ottenere -5% sul vostro primo ordine!

Panier
Retour en haut